La CIA e la strage di Piazza Fontana. Di Maurizio Caprara

La strage di piazza Fontana fu la conseguenza del grave attentato terroristico compiuto il 12 dicembre 1969 nel centro di Milano presso la Banca Nazionale dell’Agricoltura. Provocò 17 morti e 88 feriti. Da storici e giornalisti che se ne sono occupati è stata definita «la madre di tutte le stragi», il «primo e più dirompente atto terroristico dal dopoguerra», «il momento più incandescente della strategia della tensione», l’inizio del periodo passato alla storia in Italia come anni di piombo.

Maurizio Caprara, editorialista del Corriere della Sera, racconta a Storiainpodcast il contenuto di alcuni documenti recentemente desecretati e presenti nell’archivio storico del Senato della Repubblica riguardanti la strage e la Central Intelligence Agency, agenzia di spionaggio civile del governo federale degli Stati Uniti d’America.

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.